Per una buona azione..

Ma a quasi trent’anni, in Ucraina, puoi metterti in riga contro il muro, zaino da 100 chili sulle spalle, a gridare il tuo nome uno dietro all’altro, in mezzo ad un gruppo di scout moscoviti? E puoi rispondere con un saluto alla bandiera, quando un donnone ustionato dal sole, con un cappello da marinaio comprato sulle bancarelle della scalinata potemkin, soffia con tutta la sua forza in un fischetto da stadio? E puoi fare tutto questo solo perché gli scout, con i loro pentoloni che si scorazzano dietro su e giù per la Russia, poco più che 14enni, ti hanno lasciato intendere che ti porteranno sul battello dalla Crimea alla Russia in serata? Vatti a fidare degli scout, che ti scaricano in centro davanti all’hotel più costoso di Kerc, e ben contenti della loro buona azione – non proprio ben capita – ti hanno fatto rivivere le conte delle gite delle medie, le risate sull’autobus, il più carino del gruppo che parla con le straniere e vivrà di rendita per tutta l’estate, la meravigliosa Ludmilla e il fischietto del potere, le risate trattenute e poi scoppiate, a guardarsi le punte dei piedi e non riuscire a far altro che ridere ridere e ridere…
(Ucraina – Kerch – 10 luglio)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in deliri di viaggio. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per una buona azione..

  1. francesco P ha detto:

    semel scout sempre scout

  2. Cangutopo ha detto:

    La sigo desde lejos!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...